A tavola con Abbe Lane e Xavier Cugat | Grand Hotel Majestic "Già Baglioni" - Hotel 5 stelle Lusso
X

BEST RATE GUARANTEED

Arrivo
Notti
Camere Adulti
Bambini età
1-12  
 
Codice Promo

A tavola con Abbe Lane e Xavier Cugat

Mer, 17/04/2019 - 19:30

Il programma della serata: ore 19,30 presentazione menù e note ispirative. Ore 20,30 una cena presso il nostro Ristorante "I Carracci". Intrattenimento musicale a cura del duo Choro de Rua.

Un rigraziamento al Presidente di APE Bologna Confedilizia, all'Avv. Elisabetta Brunelli in Monzani e la Dott.ssa Maria Teresa Cremonini.

Il Menù

  • Mojito y tapas de morcόn
  • Tortilla a la españolas
  • Ternera mechada y picadillo habanero
  • Dulce de leche Bizcocho borracho


 

 

tel. +39 051 269190 
Per informazioni e prenotazioni Ape Bologna:

info@apebologna.eu | 051 226416

Costo cena € 55

Abbe, il cui vero nome era Abigail Francine Lamman, era nata a New York nel 1932 nel quartiere di Brooklyn, in una famiglia di religione ebraica e aveva mosso i primi passi, ancora bambina, nel mondo dello spettacolo come attrice radiofonica, riuscendo poi a imporsi come cantante ballerina a Broadway. Giovanissima, non aveva ancora vent’anni, si sposò con il musicista e direttore d’orchestra, spagnolo di nascita e cubano d’adozione, Xavier Cugat. Insieme diedero vita a una produzione musicale costituita in prevalenza da ritmi latino-americani come il mambo, il cha cha cha e la rumba.
Il loro sodalizio durò per circa dodici anni. Abbe, in abiti che le fasciavano il corpo a tal punto che molti dubitavano facesse uso di biancheria intima, si affermò  come femme fatale ma soleva dire “voglio diventare un’attrice, non  soltanto una sex symbol” e questo l’ha dimostrato proprio in Italia girando film con Totò, Walter Chiari, Vittorio De Sica. Gli anni Sessanta furono l’ispirazione anche per Elisabeth Arden, che propose una edizione limitata di Rose Aurora, rossetto simbolo di quegli anni. Nel giugno del 2012 (a 80 anni compiuti, ma sempre bellissima e sempre in possesso di grande fascino) ha presentato la sua Superdoll Abbe Lane Forever con un grande party a Milano sempre organizzato da Elisabeth Arden e, a una testata giornalistica, ha detto “Ognuno nasce con una certa carica di sensualità; il mio consiglio è di mantenerla senza scadere nel volgare. Siate sempre voi stesse!” Oriana Fallaci nel suo libro ‘Viaggio in America’ ci dice che Xavier Cugat abitava a New York proprio nel grattacielo adiacente al suo. Siate sempre voi stesse!” Oriana Fallaci nel suo libro ‘Viaggio in America’ ci dice che Xavier Cugat abitava a New York proprio nel grattacielo adiacente al suo. Dopo il divorzio da Abbe Lane non era più il personaggio che intratteneva il pubblico con quel sorriso pieno di ironia. – “Se lo incontro per strada mentre sto rincasando spesso mi invita a bere un bicchiere di Porto a casa sua.”- “Non faccia caso al mio appartamento” – mi dice Xavier.- Penso che alluda al disordine (trovare domestici qua è impossibile) e lo rincuoro “Vedesse il mio..”- “No no” replica Cugat – “di disordine non ce ne è mica, è solamente vuoto. Abbe si è portata via anche le lampade. Sono riuscito a salvare solo i quadri…sa, i Modigliani valgono una fortuna.”
Chiede che cosa abbiano detto in Italia del suo divorzio da Abbe, di trent’anni più giovane. Poi accarezza il cagnolino Chihuahua e si abbandona a un lungo monologo: “la motivazione del divorzio è pazzesca: crudeltà mentale causata da gentilezze eccessive. Al giudice ha detto che la soffocavo con le mie continue gentilezze, ma, purtroppo, tutte le prove erano contro di me. Dovevamo andare a Hot Spring nell’Arkansas e lei è sparita. Aveva già preparato la fuga. L’ho rintracciata a Brooklyn in casa di sua madre e ha detto che ero troppo vecchio per lei (più di trent’anni di differenza), ma quando l’ho sposata lo sapeva. Il tempo è passato anche per lei, e il vecchio ha fatto la sua parte.” La Fallaci afferma, poi, che Cugat, nome d’arte di Francesc D’Asis Xavier Cugat Mingall de Bru i Deulofeu, nato a Girona in Catalogna, dunque spagnolo di nascita, cubano di adozione (si era trasferito con la famiglia a l’Havana), poi statuinitense, spesso le confessava che quando ragazzo era arrivato in America, non sapeva una sola parola di inglese. Sapeva solo suonare il violino. Il suo unico amico però, nel frattempo, era morto. Era stato proprio il grande Caruso a consigliarlo di andare a New York, perché lo aveva sentito suonare quando era primo violino all’Opera di Cuba, un fanciullo prodigio. Dunque, non aveva potuto usufruire dell’aiuto di Caruso, e per settimane Xavier aveva dormito su una panchina di Central Park, ora, davanti a quella panchina, ci passava con la sua Rolls Royce.  Per anni ha suonato con il suo complesso al Waldorf Astoria davanti a un pubblico affascinato dai ritmi del Conga basato sul mambo e cha cha cha (si aprirà di qui la strada per Perez Prado). Il successo venne nel 1940 con il  brano “Perfidia” cantata da Miguelito Valdes, poi venne il sodalizio con la moglie Abbe che con il loro inseparabile chihuahua segnarono davvero un’epoca.

 

La Miglior Tariffa disponibile

Sul nostro sito web ufficiale vi garantiamo sempre la migliore tariffa disponibile e proposte esclusive per vivere un soggiorno indimenticabile.

Pagamenti Sicuri al 100%

Per la conferma della prenotazione con carta di credito questo sito utilizza un server sicuro, secondo lo standard mondiale di cifratura Secure Socket Layers (SSL).

Assistenza Costante

Il nostro staff è sempre a vostra disposizione per seguirvi durante le fasi di prenotazione ed offrirvi la soluzione migliore per il vostro soggiorno. Contattateci al numero telefonico +39 051 225445 oppure via mail a info.ghmajestic@duetorrihotels.com